LE SEDI

Quando prese vita, il 3 aprile del 2009, il buongustaio mosse i suoi primi passi, che si traducevano in cene limitate a un ristretto numero di commensali, quanti ne permetteva il biliardo ricoperto di tavole, nell’abitazione di famiglia dei soci fondatori. Quattordici persone al massimo che si appollaiavano su sedie fatte su misura più alte del normale per evitare di mangiare col piatto alla gola. I soci più piccoli avevano così l’impressione di mangiare sul seggiolone di quando erano in fasce. Nonostante tutto, a suon di piccoli gruppi, arrivarono i primi entusiasmanti risultati in Africa. Poi la provvidenza, che da sempre guida i nostri passi, ci permise l’acquisto di una nuova sede. Una corte lombarda del primo 800 che portò la capienza a oltre settanta persone alla volta. Un’amena villa, che un attento restauro trasformò in un ambiente bellissimo e accogliente, dove ricevere i nostri soci e consentire loro, dopo l’iscrizione al circolo, iscrizione a totale carico de ilbuongustaio, di organizzare serate eno-gastronomiche, serate ludiche (data la disponibilità di un biliardo riscaldato e tavoli per i giochi con le carte), serate musicali (supportate dalla presenza di strumenti di altissimo prestigio), piccole cerimonie quali cresime e matrimoni (con la possibilità di usufruire delle vetture di Cars for Africa), convention e giornate formative per aziende. In estate, il raccolto giardino esterno, consente serate danzanti e cene sotto le stelle.